Racconti di una barbie tutto fare innamorata di Unopiù.

Ho sempre pensato che dalla casa in cui una persona vive si possa capire tantissimo sul carattere di quella persona, della sua storia e ,più in generale, della sua vita. Inizialmente non ci facevo affatto caso ma negli ultimi anni ho visto quanto i miglioramenti della mia vita abbiano preso piede anche attraverso tutto ciò che avevo intorno casa compresa (e sopratutto forse). Negli ultimi mesi ho iniziato a ristrutturare casa com e sto facendo con  la mia vita e tutto questo mi da una felicità che non potete neanche immaginare. Ho appena finito stanza e sto iniziando con i terrazzi e il giardino con la mia nuova droga Unopiù. Se l’Ikea è il mio Wonderland per le stanze e il salotto, Unopiù lo è per gli esterni in quanto ha tantissime proposte bellissime e delle sedie a dondolo da perderci la testa. Negli ultimi tempi mentre navigavo tra un’ispirazione e l’altra su google mi sono imbattuta in questo post (link) e da lì in poi credo di non aver capito assolutamente più nulla. Mi sono innamorata di questa piccola realtà artigiana, dei suoi prodotti dal taglio semplice ma fresco e dell’idea che ,come la stessa azienda affermò in un’intervista,  ” sono gli spazi senza pareti i luoghi dove le persone si godono, nella bella stagione, in compagnia di amici e parenti, i momenti più piacevole e rilassanti della vita”. Ho sempre pensato al mio giardino come a qualcosa di speciale ecco perchè l’ho sempre ritenuto il mio angolo di casa preferito e forse è per questo che , nonostante tutto, non riesco mai a decidermi su come arredarlo. Alla fine dopo una cosa ed un’altra e dopo aver finito di dipingere la mia stanza (riempendomi completamente le mani di blu), mi sono finalmente decisa a fare una piccola wishlist per riordinare le idee e finalmente predere una decisione definitiva (a maggior ragione che oggi l’ultimo giorno di saldi dell’azienda e vorrei seriamente approfittarne). Ho provato a ridurre all’osso le scelte ed eccoci ad ora che ,tra un’idecisione e un’altra, ho deciso di chiedere consiglio a voi che già fate parte della mia vita da un po’ e con cui ,in fin dei conti, vorrei condividere anche questo. In fin dei conti tra i vostri consigli e le idee che ho in testa credo proprio che riuscirò a creare davvero quel luogo all’aperto armonioso e speciale che ho sempre desiderato <3.

4718_unopiu_1600antibesfoto-140-009_1600unoipiu_15_csr6524_1600_1unopiu_14_bru_1069_1600unopiu_14_csr1526_stretta_1600unopiu_14_csr1528_1600unopiu_14_csr1687_1600unopiu_14_csr1706_1600unopiu_14_csr1720_1600unopiu_14_csr1767_1600unopiu_14_csr1769_1600unopiu_14_csr1774_1600unopiu_14_csr1775_1600unopiu_14_csr2826_1600unopiu_14_csr3194_1600unopiu_14_foto_36_003_1600unopiu_14_h_31665_1600unopiu_15_csr0826_1600unopiu_15_csr1806_1600


class=”alignnone size-full wp-image-8498″ src=”http://myantonella.com/wp-content/uploads/2016/10/unopiu_15_CSR4636_1600.jpg” alt=”unopiu_15_csr4636_1600″ width=”800″ height=”532″ />unopiu_15_csr4643_1600

Antonella Leone

Blogger, stundente di vita e sognatirice a tempo pieno.

Io: 23 anni e tanti sogni. Si dice che nella borsa di una donna ci sia sempre tutto ma nella mia spesso ci sono solo un paio di cuffie, un iphone e una canon con cui mi diverto a fotografare il mondo, catturare i momenti e le sfaccettature di ciò che amo.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>