8 semplici mosse per evitare truffe su internet.

Quante volte vi è capitato di dire “non compro in rete perchè non mi fido”? o peggio “Vi è mai capitata una fregatura in rete”? a me è successo e da questa fregatura in poi ho affilato le unghie preferendo non comprare piuttosto che rischiare. Acquistare su internet è meraviglioso perchè molto spesso si trova a pochissimo, cose che nei negozi pagheremmo molto molto di più o che a volte non troveremmo affatto. Comprare in rete però non è sempre una garanzia spesso infatti si può inccappare in vere e proprie truffe abilmente ingeniate.  Ecco perchè ho deciso di scrivere questo post con dei consigli “anti-fregatura” a prova di furbi. Iniziamo:

  1. NON COMPRATE MAI TRAMITE SOCIAL MA SOLO TRAMITE SITI;
  2. LEGGETE LE TUTTE LE RECENSIONI E I COMMENTI! talvolta i truffatori peggiori mettono delle recensioni false la cosa giusta è vedere quelle degli utenti reali se più persone si lamentano nei commenti e le recensioni positive sono date solo da pochi screen pubblicati dalla pagina facebook, eccoci, al 99,9% ci troviamo di fronte a truffatori;
  3. MAI COMPRARE FUORI FRONTIERA: Molto spesso quando si acquista su siti asiatici si rischia che il risparmio diventi una vera e propria fregatura in quanto quasi sempre le spese di frontiera sono a carico del destinatario;
  4. ACQUISTA SEMPRE TRAMITE PAYPAL O TRAMITE BONIFICO BANCARIO: (ma mai accettare che il bonifico sia fatto su una postepay), la postepay non è una garanzia ma paypal si, in quanto molto spesso dimostrando la truffa rimoborsa quanto inviato anche se questo non vale per i beni tecnologici e per i beni di lusso falsi (per quelli bisogna farsi rilasciare una carta dai carabinieri attestante la falsità ma tale carta non viene rilasciata quasi mai) ;
  5.  MAI FIDARSI DI CHI ACCETTA SOLO POSTEPAY;
  6. DIFFIDA DEI PREZZI TROPPO BASSI: questa regola vale per tutti i beni di lusso dalle borse firmate ai beni tecnologici. I primi potrebbero essere semplicemente falsi i secondi ,invece, spesso sono beni acquistati a rate e rivenduti. L’ esempio più lampante di questo mercato assurdo sono proprio gli iphone (sui cui i truffatori pagano solo la prima/seconda rata) e che dopo pochi mesi vengono bloccati dalla società emittente che  non si vede saldate le rate successive.
  7. FA ATTENZIONE ALLE NEWSLETTER: a volte le newsletter dei siti più impotanti quali amazon, subito etc etc talvolta vengono plagiate (come gli stessi siti) quindi per questione di prudenza è consigliabile aprire sempre il sito da google così da essere sicuro di aprire quello ufficiale e mai dalle e-mail!
  8. CONTROLLA SEMPRE CHE AL MOMENTO DEL PAGAMENTO VICINO AL LINK CI SIA ANCHE L’ICONA DEL CATENACCIO CHIUSO: controllando che ci sia quest’icona avrai la sicurezza assoluta che i dati inseriti per il pagamento verranno utilizzati solo per quest’ultimo.

 

Antonella Leone

Blogger, stundente di vita e sognatirice a tempo pieno.

Io: 23 anni e tanti sogni. Si dice che nella borsa di una donna ci sia sempre tutto ma nella mia spesso ci sono solo un paio di cuffie, un iphone e una canon con cui mi diverto a fotografare il mondo, catturare i momenti e le sfaccettature di ciò che amo.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>